Header della pagina
Corpo della pagina
A Sanluri la prima assemblea del nuovo Pd Sardo
 
Articolo esploso
1 a Sanluri la prima assemblea regionale
di redazione.

Sanluri 15 novembre- “Un fatto importante e non scontato ”: Renato Soru ha definito così l’elezione con voto pressoché unanime della nuova presidente dell’Assemblea sarda del Pd, Giannarita Mele.

“Ha prevalso l’idea di mettere da parte le divisioni interne e di lavorare insieme per l’interesse del partito”, ha detto Soru nella prima riunione dell’Assemblea celebrata il 15 novembre a Sanluri, che ha visto anche la sua proclamazione ufficiale a Segretario del partito.
Docente universitaria, ex segretaria della Cgil scuola ed esponente della parte che durante le primarie ha sostenuto Ignazio Angioni, la Mele ha subito chiarito di voler interpretare il suo ruolo “in maniera da rappresentare tutti”, “trovando l’unità sui temi” e collaborando lealmente con il Segretario. Il quale si è mostrato soddisfatto per la soluzione condivisa trovata dopo lunghe consultazioni sul nome della presidente e su quello delle due vice Micaela Morelli e Sara Marrocu.
Dal palco del Teatro degli Scolopi Soru ha poi tracciato la sua visione di partito, ribadendo la volontà di lavorare per la coesione delle varie anime del PD sardo: “In queste primarie si sono confrontate tre squadre, non di avversari ma che appartengono tutti alla stessa comunità politica, rappresentata dallo stesso simbolo dietro il quale si trova uno stesso progetto per la Sardegna”. Un partito che intende “valorizzare tutti”, meno autoreferenziale e più proiettato all’esterno, verso quelle fette di cittadinanza che si sono allontanate dalla partecipazione e dal voto, che non credono più nella politica e vivono un quotidiano senza prospettive. “Un partito che ha l’obbligo di essere presente là dove la gente sta, nei luoghi di lavoro, nei luoghi della precarietà, là dove i problemi si manifestano”: è questa l’impronta che Soru intende dare al Partito Democratico per i prossimi cinque anni.
L’Assemblea si riunirà ancora fra due settimane per terminare il percorso di formazione degli organi statutari: restano da individuare infatti i componenti della commissione di Garanzia e il nome del Tesoriere del partito.

Partecipa